Lo SCOTTON di Bassano ha organizzato l’edizione 2024 della GARA NAZIONALE DI MECCANICA

Allo SCOTTON di Bassano l’edizione 2024 della GARA NAZIONALE DI INDUSTRIA E ARTIGIANATO PER IL MADE IN ITALY, declinazione MECCANICA

Dopo la soddisfazione per il primo premio conseguito lo scorso anno da Marco Frigo, allorastudente di 4^M, alla GARA NAZIONALE DI INDUSTRIA E ARTIGIANATO PER IL MADE IN ITALY, declinazione MECCANICA, quest’anno è spettato al nostro Istituto organizzare l’edizione 2024. Istituita dal Dipartimento per l’istruzione del Ministero della Pubblica Istruzione e del Merito, la competizione è dedicata agli studenti che frequentano il IV anno degli istituti Professionali “Industria e Artigianato per il Made in Italy” e coinvolge Scuole provenienti da tutto il territorio nazionale.


A salutare gli studenti degli otto Istituti Scolastici partecipanti e i loro docenti accompagnatori, giovedì 16 maggio alle ore 12:30 è giunto anche il Direttore Generale dell’USR per il Veneto dott. Marco Bussetti e la dirigente dell’UST di Vicenza dott.ssa
Nicoletta Morbioli, in visita al nostro Istituto, nelle due sedi di Bassano e di Piazza Donatore a Breganze. Presente in rappresentanza del Comune di Bassano del Grappa l’Assessore alla cultura, prof.ssa Giovannella Cabion.


Queste le scuole che si sono affrontate: l’IIS “Einaudi-Scarpa” di Montebelluna (TV); l’IIS Dalla Chiesa-Spinelli di Omegna (VB); l’IPS;"G. Garbin" di Schio (VI); l’ IIS "V. Lancia" di Borgosesia (VC); l’ IPSIA "F. Lampertico" di Vicenza; l’ IIS "Scarpa-Mattei" di San Donà di Piave (VE); l’IIS Benvenuto Cellini Tornabuoni di Firenze; l’ IPSIA "G. Galilei" di Castelfranco Veneto (TV).


L’IIS “Andrea Scotton” di Bassano, come vincitore del 2023, ha partecipato di diritto ma fuori concorso. La selezione interna all’Istituto ha portato all’individuazione di Marco Lanaro, della classe 4^M, come studente più idoneo a rappresentare la scuola dal punto di vista delle competenze e delle abilità acquisite.


L’obiettivo della competizione è la valorizzazione delle eccellenze, la verifica delle conoscenze, delle abilità, delle competenze e dei livelli professionali raggiunti, nonché lo scambio di esperienze tra realtà socioculturali differenti. La gara, che si è svolta presso la sede dello Scotton di Bassano il 15 e il 16 maggio, si è articolata in due prove, suddivise in due giornate. Coinvolte le discipline “Tecnologie dei Materiali Applicati ai Processi Produttivi”, “Progettazione e Produzione”, “Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni”.


Le prove sono state predisposte dai proff. Marino Giampietro, Giuseppe Amico, Giuseppe Giacalone e Andrea Grapiglia, docenti delle materie caratterizzanti il corso di studi “Industria e artigianato per il Made in Italy – Declinazione Meccanica”. Il primo giorno si è trattato di disegnare in 3D un perno e il secondo giorno programmarne la realizzazione concreta.


La valutazione degli elaborati è stata affidata ad un’apposita commissione composta, oltre che dai docenti esperti ideatori della prova, dal Dirigente Scolastico dell’IIS “A. SCOTTON”, prof. Carmine Vegliante, in qualità di Presidente; la dott.ssa Incoronata D’Ambrosio, Dirigente dell’USR per Veneto; per la Confindustria, Bordignon Alessandro, Presidente del raggruppamento di Bassano del Grappa; per la Confartigianato, Bernardino Valerio, responsabile Area Nord Est del Vicentino e per API Confimi, Brunello Stefano, presidente del Mandamento Alto Vicentino.


Ha vinto la gara lo studente Davide Gasparetto dell'Istituto “Einaudi Scarpa” di Montebelluna. A lui il Ministero dell'Istruzione e del Merito garantisce l'iscrizione nel Registro delle Eccellenze nazionali, mentre al secondo e al terzo classificato è stato assegnato l’attestato di merito. Lo stesso Dott. Bussetti ha voluto consegnare personalmente i premi ai vincitori durante la cerimonia ufficiale che alle 14:30 del 16 maggio ha concluso la Gara Nazionale edizione 2024. “Permettemi di dire ancora bravi - ha detto Bussetti rivolgendosi agli studenti finalisti - Il futuro poggia su studenti come voi, su persone che si preparano al lavoro con impegno e ingegnosità. L'indirizzo che frequentate ha tra gli obiettivi la valorizzazione del “made in Italy”: il futuro è nella continuità, nella salvaguardia delle innovazioni e particolarità produttive che hanno fatto la storia dell’Italia e l’hanno affermata nel mondo”.


Il dottor Vegliante e il suo collaboratore scolastico professor Matteo Vecchiatto Montorio hanno sottolineato il valore di tutte e otto le prove svolte. “Queste occasioni - ha detto Vegliante - costituiscono sempre un ottimo banco di prova per gli studenti selezionati, stimolando creatività, motivazione e sana competitività. La vittoria dello scorso anno e il confronto di questi giorni evidenziano il livello qualitativo della didattica del nostro Istituto e premiano gli sforzi di innovazione e aggiornamento sostenuti dalla nostra scuola in questi ultimi anni”.

Giudizi simili sono stati espressi dai docenti delle altre scuole. Alcuni, che hanno da poco
avviato l’indirizzo meccanico, hanno dichiarato di aver trovato ispirazione proprio nel lavoro fatto dall'Istituto Scotton.Nel corso della premiazione, Alessandro Bordignon di Confindustria ha sottolineato come il 40 per cento delle aziende vicentine siano impegnate nella meccatronica e come sia necessario che facciano conoscere la loro eccellenza. Bernardino Valerio, in rappresentanza della Confartigianato, si è complimentato per l'efficienza dello Scotton. “Continuiamo a portare i ragazzi dentro le aziende. Cerchiamo di informare meglio i genitori, l'artigianato deve sempre più diventare un lavoro “di prestigio””.

Dopo la premiazione, Bussetti ha visitato i tanti laboratori innovativi di cui l’Istituto dispone, realizzati sempre in presa diretta con il mondo produttivo. Il dottor Vegliante ha colto l’occasione per illustrare anche i recenti investimenti in robotica fatti nella sede di Bassano e Breganze, che permettono agli allievi di lavorare sull'ultima frontiera della meccatronica.

mac1

mac2

Guarda il Video di Bassano Notizie

Ufficio Stampa

Prof.ssa Donatella Grasso

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Carmine Vegliante