Bassano: l’azienda adotta uno studente

Home » News » News » Bassano: l’azienda adotta uno studente

Assessore Donazzan all’I.I.S. ‘Scotton’ di bassano del Grappa per la presentazione del progetto “l’azienda adotta uno studente”

Iniziativa di mecenatismo contemporaneo contro denatalità e dispersione scolastica”
Si è tenuta stamane a Bassano del Grappa la conferenza stampa di presentazione del progetto ‘L’Azienda adotta uno studente’: un’iniziativa nata dalla collaborazione tra l’I.I.S. ‘Andrea Scotton’ e l’azienda ‘Cappeller Spa’ di Cartigliano, che si appresta a diventare operativa sin dall’inizio del prossimo anno scolastico 2021/22.
“L’Istituto ‘Scotton’ è caratterizzato da indirizzi tecnici e professionali strettamente collegati alle esigenze delle imprese di questo nostro territorio: il punto di forza di questa scuola è certamente rappresentato dai suoi 22 laboratori, la cui attività non è mai stata interrotta dal settembre scorso come espressamente voluto dal corpo docente e dai genitori. Attorno a questi laboratori gravitano rapporti con le aziende che hanno portato alla nascita, nel tempo, di importanti collaborazioni pubblico-privato a vantaggio degli studenti e di questa scuola” ha esordito il Prof. Carmine Vegliante, Dirigente Scolastico dell’I.I.S. ‘Andrea Scotton’, “dal 20 maggio ripartirà l’alternanza scuola-lavoro – oggi rinominata P.T.C.O. (percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento) – per tutti gli studenti delle classi quarte e gran parte degli studenti delle classi terze: una ripartenza che supera le difficoltà di una pandemia che ha certamente pesato sul territorio, ma che non ha impedito di riscontrare un’ampia adesione fra le imprese del bassanese e del vicentino. All’alternanza, alla formazione duale e alla formazione in azienda per i docenti, si aggiunge oggi ‘L’Azienda adotta uno studente’, un progetto realizzato in collaborazione con la ‘Cappeller Spa’ di Cartigliano che presto coinvolgerà anche altre imprese del distretto”.
‘L’Azienda adotta uno studente’ è una sorta di borsa di studio che consentirà alle aziende aderenti di alimentare un sano rapporto di collaborazione e fiducia con studenti scelti per merito scolastico ed attinenza geografica, dal terzo al quinto anno di insegnamento: un triennio durante il quale l’azienda si assumerà l’onere delle spese per il trasporto, per l’acquisto dei libri di testi ed altri costi vari e garantendo a quello studente occasioni di alternanza scuola-lavoro e di formazione nell’azienda che lo adotta, il tutto allo scopo di creare un legame sano che dai banchi di scuola possa traghettarlo, senza però imporre alcun vincolo, ad una futura occupazione nell’azienda aderente.
“Sono lieta la nostra azienda sia la capofila di questa importante iniziativa: questo progetto è nato prima del covid e ha avuto la forza di resistere alle difficoltà che il covid ha introdotto. Da anni, con mio fratello Alessandro, riscontro particolare difficoltà nel reperire lavoratori con i profili richiesti dalla nostra azienda che opera con successo nella produzione di minuteria metallica per i settori dell’automotive, dell’elettrico e dell’elettrodomestico” ha spiegato Ilenia Cappeller, Amministratore Delegato della ‘Cappeller Spa’ di Cartigliano, “il calo demografico e l’eccessiva licealizzazione preoccupano le aziende come la nostra, che sul mercato non riescono più a reperire determinate competenze tecniche e professionali senza le quali non è possibile affrontare una pianificazione futura di crescita e fatturato. Con l’iniziativa ‘L’Azienda adotta uno studente’ vogliamo porci al fianco delle famiglie per aiutarle nell’orientamento dei propri figli verso un lavoro che c’è, che garantisce buona occupazione e anche soddisfazione salariale: lo facciamo non simbolicamente, ma investendo del nostro, adottando già dal settembre prossimo e per un intero triennio due studenti che speriamo essere i primi di una lunga serie, assumendoci l’onere della loro formazione con la speranza di accompagnarli ad un lavoro altamente qualificato sulla quale potranno basare il proprio futuro”.
“Questa iniziativa nasce da un grande senso di responsabilità sociale. È molto più di una borsa di studio: è un’iniziativa di mecenatismo contemporaneo volta a creare fidelizzazione tra gli studenti e le imprese, passando dalla scuola” ha invece affermato Elena Donazzan, Assessore Regionale all’Istruzione e al Lavoro del Veneto, “a preoccupare sempre più le nostre imprese è una denatalità galoppante ed un approccio quanto mai discriminatorio nei confronti dei percorsi tecnici e professionali: percorsi che sono invece la linfa vitale per un tessuto produttivo che non può farne a meno, e una strada diretta per lo studente verso una buona occupazione che esiste”.
“‘L’Azienda adotta uno studente’ è un’iniziativa che ribalta il paradigma, un’accelerazione nei rapporti tra la scuola e le imprese reso possibile dalla solidarietà di imprenditori come Ilenia Cappeller e dall’impegno di un Dirigente come il prof. Vegliante” ha continuato Donazzan, che ha poi concluso “progetti come questo rappresentano un importante meccanismo di collaborazione e condivisione tra la scuola ed il territorio: con il mio Assessorato andremo a sostenere nell’ambito della prossima programmazione comunitaria analoghe iniziative di contrasto alla dispersione scolastica”.
Foto di copertina: da sinistra a destra: Elena Donazzan, Ilenia Cappeller, prof. Carmine Vegliante
Tratto da: https://www.vicenzareport.it/2021/04/bassano-lazienda-adotta-uno-studente/